Nell’immaginario comune, una piscina privata non ha particolari elementi di design che rimangono impressi, né colori sgargianti o fantasie particolari: una piscina è nel classico colore azzurro o blu, con forma rettangolare o al massimo con angoli smussati o tondeggianti.

Per cercare un effetto nuovo, che potesse rendere anche la piscina un elemento ricercato del giardino, bello da vedere e non solo per passarci il tempo nelle torride giornate estive, non abbiamo tanto giocato sulla forma della vasca, quanto sulla fantasia e sull’effetto estetico che si può avere anche “solamente” scegliendo una pavimentazione ricercata, sia nella fantasia, sia proprio nella composizione e disposizione del materiale. Questo, unito ai classici faretti subacquei di cui sono dotate le piscine, ha permesso di creare dei giochi di luci davvero interessanti, sia di giorno che di notte.

Mosaico nel mosaico

Innanzitutto, bisogna dividere la piscina in due zone: quella profonda, che abbiamo lasciato nella pavimentazione classica e azzurra, sempre per giocare con luci e contrasti; e la parte bassa, che serve per sedersi e rinfrescarsi senza però fare effettivamente il bagno, che è quella su cui abbiamo lavorato maggiormente.

Ad una prima occhiata, fatta da lontano, l’impressione che si ha è che la trama scelta sia quella a scacchiera. Un’impressione reale, che già denota una particolarità in più rispetto a una classica piscina, sia per la trama che non è per niente scontata, sia per la scelta cromatica diversa rispetto alla zona dove l’acqua è più profonda.  

All’azzurro classico delle piscine e che è presente anche in questa, nella zona “d’ingresso” della vasca abbiamo preferito giocare di lilla e viola, colori freddi che si riallacciano all’azzurro creando al contempo uno stacco netto, e quindi una particolarità in più. La stessa trama a scacchi – questa presente in tutta la vasca, anche se di azzurro e blu nel resto della pavimentazione – è perfetta per spezzare la monotonia altrimenti data da una pavimentazione azzurra e monocromatica tipica di una classica piscina.

La particolarità in più, però, è nella composizione della scacchiera stessa. Andando a vedere più nel dettaglio, infatti, si noterà come la nostra scelta è ricaduta su una trama a scacchi composta a mosaico. La pavimentazione è fatta di tanti piccoli tasselli in gres porcellanato ognuno di un colore diverso, che creano un bell’effetto sia sotto la luce diretta del sole sia coi faretti accesi di notte. Inoltre, ogni singolo quadrato dello scacco non comprende solo tasselli del colore dominante, ma anche alcuni “infiltrati” e anche altri colori. Per esempio, nei quadrati più chiari ci sono tasselli lilla, ma anche di viola più scuro (lo stesso dei quadrati scuri) e di color giallo e arancio; così come i quadrati scuri sono composti di tasselli di diverse sfumature e tonalità.

Inoltre, ogni quadrato ha una composizione unica e differente, che rende lo stile della piscina ancora più ricercato.

Le luci notturne

Il gioco di colori non si perde di notte, e viene sapientemente sfruttato con i faretti creando effetti totalmente diversi da quelli che vediamo durante il giorno. Le moderne luci da piscina si possono impostare non solo per intensità della luce, ma anche per colore.

Si può quindi scegliere una luce dello stesso colore della pavimentazione, che quindi la risalta; oppure giocare di contrasti, per creare colori sempre nuovi, sgargianti e particolari. Per esempio, una luce verde acceso renderà i quadrati più chiari della scacchiera vicini al giallo, mentre luci viola possono portare al fucsia acceso e al lilla. Una scelta stilistica perfetta per rendere le serate a bordo vasca, le feste, le cene estive, più interessanti e colorate, oltre che più originali.

Leave a Reply